Siamo felici di presentarvi le nuove volontarie e i nuovi volontari del Servizio Civile Universale: faranno parte della nostra squadra per questo anno.

Abbiamo chiesto ai ragazzi di scegliere un albero o una pianta che in qualche modo li rappresentasse. Perché proprio gli alberi? Essi permettono e nutrono la vita sulla Terra e sono indispensabili per la tutela dell’ambiente. Siccome la salute delle persone è direttamente legata a quella del nostro pianeta, anche noi di Avis, che tuteliamo la salute dei nostri cittadini attraverso la donazione di sangue e la promozione di una vita sana, ci spendiamo per la salvaguardia dell’ambiente.

L’albero che ho scelto è l’acacia perché rappresenta la speranza. Inoltre il suo legno tende al colore arancione, che è il mio colore preferito.

Alessio Fiore, Avis provinciale Reggio Emilia

L'albero che ho scelto è quello del fico. Il fico è un albero che mi ricorda i miei nonni e simboleggia per me rinascita e resilienza. Mi trasmette leggerezza e felicità.

Alice Rabaglia, Avis comunale Fidenza

Come albero ho scelto il prunus persica, più comunemente pesco da fiore o pesco giapponese, per la sua caratteristica resistenza alle avversità e la molteplice colorazione dei suoi fiori.

Andrea Chierici, Avis provinciale Ferrara

Come albero ho scelto il cipresso perché rappresenta un carattere intuitivo. Ama aiutare gli altri. Tenace, affronta le avversità senza lamentarsi. È felice in qualunque situazione perché gli bastano le comodità minime e rifugge da tutto ciò che può creargli problemi.

Angela Ferrari, Avis provinciale Ferrara

Il significato della mimosa è legato al carattere femminile per eccellenza, che può essere forte e delicato allo stesso tempo, indica libertà e indipendenza emotiva.

Antonella Mascetta, Avis provinciale Bologna

Come albero ho scelto il ciliegio perché penso rappresenti molto la mia persona e il mio interesse per la cultura orientale. Infatti nella sua simbologia richiama la filosofia giapponese legata alla cultura della pazienza, del rispetto della natura e della pace interiore.

Davide Serafini, Avis provinciale Modena

L'albero che ho scelto è la Catalpa, detto anche albero dei sigari per i suoi frutti dalla forma affusolata. È un albero esotico e dalle foglie a forma di cuore, l'ho visto per la prima volta a Budapest e me ne sono subito innamorata!

Elisa Degli Esposti, Avis comunale Vignola

Come albero ho scelto il prunus per ragioni affettive. Da bambino giocavo sempre sotto questo albero e quando è stato estirpato mi è rimasto particolarmente a cuore.

Filippo Spaccini, Avis regionale Emilia Romagna

L'albero che ho scelto è il giuggiolo. Oltre ad essere uno dei miei frutti preferiti, mi ricorda le estati passate a raccogliere le giuggiole a casa dei miei nonni.

Giulia Donatini, Avis comunale Imola

Il mio albero preferito è la Betulla, ho molta famigliarità con questo albero, perché i boschi a torno sono quasi completamente costituiti da questo albero. Mi piace molto il colore della corteccia, bianco accecante sotto i raggi del sole, tenue e delicato nelle notti illuminate dalla luna.

Iryna Samuseva, Avis comunale Faenza

Ho scelto l'albero che mi rappresenta: Callicarpa (Callicarpa bodinieri). L'ho scoperta cercando su internet alberi autunnali perchè l'autunno è la mia stagione preferita. La Callicarpa bodinieri d’autunno assume una colorazione insolita, con foglie che diventano lilla, rosa, giallo, verde chiaro, prima di cadere e lasciare comunque le bacche coloratissime.

Letizia Simonelli, Avis provinciale Reggio Emilia

Ho scelto il nespolo giapponese perché è un albero che piantò mia nonna il giorno in cui nacqui, è legato quindi al mio ricordo di lei.

Lorenzo Bagnolini, Avis comunale Cesena

Ho scelto il melograno perché nonostante sembri una pianta fragile è in grado di far crescere un grande frutto e poi perché mi ricorda la mia infanzia.

Marco Gaspari, Avis provinciale Ravenna

Ho scelto il cactus per la perseveranza, la resistenza e la forza.

Margherita Brighi, Avis comunale Cesena

Ho scelto l'albero che mi rappresenta: Ulivo. L'ho scelto perché è l'albero che rappresenta la mia terra, la mia Puglia. È un albero secolare e da sempre ha simboleggiato la pace e la speranza.

Marianna Leo, Avis provinciale Parma

Ho scelto l'albero di ciliegio perché mi piacciono i suoi colori.

Mariapaola Spera, Avis provinciale Ferrara

Ho scelto il pesco perché è un albero che produce fiori e frutti colorati ed era considerato un simbolo di rinnovamento.

Matteo Mascherini, Avis provinciale Bologna

Ho scelto l'Hibiscus perché i suoi fiori grandi e dai colori sgargianti rappresentano la mia personalità vivace e solare. Appena un raggio di sole li illumina si aprono mostrando la loro bellezza, così io faccio con gli altri: apro le mie braccia se sento che hanno bisogno di me.

Miriam Lapadula, Avis comunale Cesena

Come albero ho scelto il salice perché è in grado di offrire un riparo/rifugio.

Monica Piva, Avis comunale Rimini

Ciò che mi ha colpita dell’albero di magnolia è l‘ambivalenza del suo significato dovuto alla forma peculiare della sua pianta, la quale è composta da una sorta di “due magnolie”. La prima simboleggia il candore e autenticità, mentre la seconda rappresenta dignità e perseveranza.

Sabrina Italiano, Avis comunale Fidenza

Credo che mi rappresenti la Quercia, simbolo di forza, nobiltà d'animo e longevità (tra le poche speranze che personalmente ho).

Stefano Manicardi, Avis comunale Modena

La parola "Bon-sai" è un termine giapponese che, tradotto significa "piantato in un vaso". L'obiettivo della coltivazione di un Bonsai è creare una rappresentazione miniaturizzata ma realistica della natura nella forma di un albero. Dedicarsi alla cura di queste piante richiede pazienza e attenzione, aiutando a ritrovare gradualmente calma e serenità. Più che un hobby, quindi, l’arte di coltivare i bonsai per me è un rimedio antistress.

Whaiba El Ouahhaby, Avis provinciale Ferrara